Guerra dei Browser 2018: Microsoft Edge retrocede … Internet Explorer?

FacebookTwitterLinkedInPinterest


L’ultima volta che Microsoft è stata coinvolta in una guerra dei browser, è stato un secolo diverso e si è concluso male. Nel 2018, l’azienda ha un browser nuovo e brillante, Microsoft Edge. Ma il nuovo browser non sta vincendo sugli utenti di Windows 10.

browsers war

Tra pochi mesi, il browser Chrome di Google festeggerà il suo decimo compleanno. Con l’avvicinarsi di questo traguardo, è evidente che Chrome ha conquistato i cuori e le menti e, soprattutto, i desktop della maggior parte dei possessori di PC e Mac.
La posizione dominante di Chrome è così completa che la maggior parte degli osservatori ha smesso di guardare le statistiche mensili sulla quota di mercato.
Quindi immagina la mia sorpresa quando ho scoperto che è scoppiata una nuova guerra dei browser.
Sfortunatamente per Microsoft, i principali combattenti sono i suoi due browser di punta, e la battaglia non sta andando come previsto.
Microsoft ha fatto un notevole investimento nel suo browser predefinito per Windows 10, Microsoft Edge.
In meno di tre anni, Edge è migliorato notevolmente, aggiungendo il supporto per le estensioni e vincendo i test di velocità contro i concorrenti radicati.
Ma il nuovo browser di Microsoft ha faticato a raggiungere quote di mercato, mindshare e recensioni positive.
I numeri rigidi e freddi, come compilato dal Programma di analisi digitale (DAP) del governo degli Stati Uniti, non mentono.
Nei primi tre mesi del 2018, Microsoft Edge rappresentava un misero 8% degli 1,2 miliardi di visite a siti Web governativi da PC e Mac aziendali e consumer.
Questa cifra è un po ‘fuorviante, ovviamente, perché Edge non è disponibile su PC con Windows 7 o Mac.
Ma anche se si limita l’universo a PC con Windows 10, Edge è lontano da una storia di successo rombante.
Nell’ultimo anno, tra gli utenti di Windows 10, la quota di utilizzo per Microsoft Edge, misurata da DAP, è in realtà diminuita di circa l’1%, passando dal 20,3% nel secondo trimestre del 2017 al 19,4% nei primi tre mesi del 2018.
Nel frattempo, indovina quale browser è sostanzialmente tra gli utenti di Windows 10 nello stesso periodo?
L’utilizzo di Chrome è rimasto costante, con una percentuale appena superiore al 56%.
L’utilizzo di Firefox è diminuito drasticamente, dall’11% al 9%.
Il grande vincitore è stato, sconvolgente, Internet Explorer, che ha aumentato la sua quota dall’11,8% al 14,8%.
Potrebbe esserci una scheggia di buone notizie per Microsoft in quei numeri.
L’aumento dell’utilizzo di Internet Explorer su Windows 10 è quasi certamente il riflesso di una maggiore adozione di Windows 10 da parte dei clienti aziendali.
Durante quel periodo di nove mesi, Windows 10 ha superato Windows 7 in modo drammatico.
Nel secondo trimestre 2017, le visite da PC Windows 7 hanno superato le visite di Windows 10 di oltre il 13%, dal 51,9 al 38,3%.
Entro il primo trimestre del 2018, tale rapporto si è invertito, con l’utilizzo di Windows 10 decisamente superiore a Windows 7, 49,4 percento al 42,9 percento.
Sfortunatamente per gli sviluppatori di Microsoft Edge, oltre l’80% degli utenti di Windows 10 sta cambiando il browser predefinito alla prima occasione.
Forse l’errore più grande commesso da Microsoft con Edge è stato un semplice errore tattico: non hanno mai rilasciato Edge per Windows 7.
Per il gran numero di clienti che utilizzano ancora Windows 7, l’unico browser Microsoft disponibile è Internet Explorer.
E poiché Microsoft ha attivamente denigrato Internet Explorer, tutti gli utenti di Windows 7 che vogliono eseguire un browser moderno sono effettivamente limitati a alternative di terze parti come Chrome.
Quindi, quando questi negozi di Windows 7 migrano a Windows 10, Edge è una quantità sconosciuta, e logicamente scelgono di continuare a utilizzare lo stesso browser utilizzato con Windows 7: Internet Explorer o Chrome.
È difficile immaginare una strategia di marketing che possa convincere i clienti che utilizzano Windows 10 a passare da Chrome a Edge.
Allo stesso modo, coloro che hanno scelto Internet Explorer lo fanno in genere per la compatibilità con le app in-house scritte nel lontano passato.
Edge non è un’opzione nemmeno per loro.

Ti é piaciuto questo Post?

Clicca sulle stelle per votarlo!

Average rating / 5. Vote count:

Ancora nessun voto. Vota tu per primo!

As you found this post useful...

Follow us on social media!

(Visitato 95 times, 1 visite oggi)

2 Commenti

Lascia un commento

Connetti con




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.