Gli Stati Uniti chiedono alla Germania di vietare Huawei su 5G o condivideranno meno intelligence

FacebookTwitterLinkedInPinterest


Secondo quanto riferito, gli Stati Uniti hanno dichiarato che collaboreranno meno con le agenzie di intelligence tedesche se la Germania consentira’ a Huawei di prendere parte ai suoi build-out di 5G

Cancelleria Tedesca

Secondo quanto riferito, l’amministrazione Trump ha dichiarato alla Germania che condividerà meno intelligence con le agenzie tedesche se il gigante cinese del networking Huawei sarà autorizzato a fornire una qualsiasi tecnologia dietro le reti mobili 5G della nazione.
Secondo il Wall Street Journal , l’ambasciatore degli Stati Uniti in Germania, Richard Grenell, ha detto al governo tedesco in una lettera di venerdì che consentire alle apparecchiature cinesi di vendere su reti 5G ridurrebbe la cooperazione degli Stati Uniti con le agenzie di intelligence in Germania.
Grenell ha sottolineato che la legge cinese richiede alle compagnie cinesi di sostenere le agenzie di sicurezza cinesi, ha detto il WSJ.
All’inizio di febbraio, Reuters ha comunicato che i ministri tedeschi si sono incontrati per discutere della possibilità di un divieto di Huawei 5G dopo che il cancelliere Angela Merkel ha posto le condizioni per la partecipazione della società a nuove reti mobili.
Le condizioni dichiarate richiedono garanzie da parte della compagnia che non avrebbe consegnato le informazioni al governo cinese.
L’incontro ha seguito i rapporti alla fine dello scorso anno che l’alleanza Five Eyes tra Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Canada e Nuova Zelanda stava trasmettendo informazioni classificate sull’interferenza straniera cinese verso la Germania e il Giappone.
La scorsa settimana, la Federal Network Agency tedesca, il Bundesnetzagentur (BNetzA) ha pubblicato una serie di requisiti di sicurezza per tutte le reti mobili , che appariranno in forma di bozza durante la primavera dell’emisfero settentrionale.
“I sistemi possono essere acquistati solo da fornitori affidabili, la cui conformità alle normative di sicurezza nazionali e alle disposizioni sulla segretezza delle telecomunicazioni e sulla protezione dei dati è assicurata”, afferma il primo requisito di BNetzA.
“Il traffico di rete deve essere regolarmente e costantemente monitorato per rilevare eventuali anomalie e, se esiste qualche motivo di preoccupazione, devono essere adottate misure di protezione adeguate.”
In base al progetto di legge, l’attrezzatura può essere utilizzata solo se regolarmente testata e certificata dall’Ufficio federale per la sicurezza delle informazioni.
“È necessario dimostrare che l’hardware testato per i componenti selezionati relativi alla sicurezza e il codice sorgente alla fine della catena di approvvigionamento sono effettivamente distribuiti nei prodotti utilizzati”, ha affermato BNetzA.
Secondo il presidente di BNetzA, Jochen Homann, l’agenzia aggiorna regolarmente i suoi requisiti di sicurezza “alla luce dell’attuale situazione di sicurezza e degli sviluppi tecnologici”.
Al fine di evitare divieti europei di 5G simili a quello trasmesso dal governo australiano lo scorso anno, Huawei ha proposto di costruire un hub per la sicurezza informatica in Polonia “se le autorità accetteranno questa soluzione come soluzione affidabile”, riferisce la Reuters nelle parole del Numero Uno della Huawei Polonia Tonny Bao dichiarate il mese scorso.
Anche Huawei è disposta ad accettare la supervisione del governo europeo , conferma la Reuters .
Di conseguenza, la settimana scorsa Huawei ha aperto a Bruxelles il “Cyber ​​Security Transparency Center”, che mira a mostrare le sue pratiche di sicurezza informatica,
facilitare la cooperazione su standard e verifiche di sicurezza e “fornire una piattaforma di test e verifica della sicurezza del prodotto e servizi correlati ai clienti Huawei”.
“La fiducia deve basarsi sui fatti, i fatti devono essere verificabili e la verifica deve essere basata su standard comuni”, ha detto il vice del vice di Huawei Ken Hu.
“Accogliamo con favore tutti i regolatori, le organizzazioni di standard e i clienti per utilizzare pienamente questa piattaforma per collaborare più strettamente su standard di sicurezza, meccanismi di verifica e innovazione della tecnologia di sicurezza.
“Insieme, possiamo migliorare la sicurezza dell’intera catena del valore e contribuire a creare fiducia attraverso la verifica.”
Nel frattempo, Huawei ha intentato causa al governo degli Stati Uniti , chiedendo un giudizio dichiaratorio secondo cui la legge sulla autorizzazione alla difesa nazionale , che impedisce alle entità governative statunitensi di utilizzare apparecchiature Huawei o ZTE, è incostituzionale.
La sedia girevole Huawei Guo Ping ha detto che anche Huawei sta cercando un’ingiunzione permanente contro le restrizioni.
“Il governo degli Stati Uniti ha a lungo etichettato Huawei come una minaccia: ha hackerato i nostri server e rubato le nostre e-mail e il codice sorgente”, ha detto Guo Ping.
“Nonostante ciò, il governo degli Stati Uniti non ha mai fornito alcuna prova a sostegno delle loro accuse secondo cui Huawei rappresenta una minaccia alla sicurezza informatica.
“Tuttavia, il governo degli Stati Uniti non risparmia nessuno sforzo per imbrattare la società e ingannare il pubblico su Huawei.
Ancora peggio, il governo degli Stati Uniti sta cercando di bloccarci dai mercati 5G di altri paesi”.
A dicembre, l’Agenzia nazionale per la sicurezza informatica e tecnologica (NCISA) della Repubblica ceca ha emesso un avvertimento contro le attrezzature di Huawei e ZTE, dopo che il direttore dell’NCISA Dusan Navrátil ha affermato che la Cina “persegue attivamente i suoi interessi nel territorio della Repubblica ceca, compresa l’influenza e lo spionaggio attività di intelligence “.
Huawei sta attualmente affrontando un’accusa di 10 conteggi in cui la società ha cospirato per sottrarre proprietà intellettuale a T-Mobile e successivamente ostacolato la giustizia, oltre a separare l’incriminazione di 13 punti contro la società e il suo CFO Meng Wanzhou.

Ti é piaciuto questo Post?

Clicca sulle stelle per votarlo!

Average rating / 5. Vote count:

As you found this post useful...

Follow us on social media!

(Visitato 29 times, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Connetti con




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.