IBM: ancora in difficolta’ dopo tutti questi anni…

0
(0)

FacebookTwitterLinkedInPinterest


IBM sta scommettendo il suo futuro sulla crescita di nuove imprese che chiama “imperativi strategici”, ma la crescita del 5% delle entrate nel suo ultimo trimestre è dovuta al declino del 10% del valore del dollaro USA.

ibm

Fonte: ZDNet

Lo spettacolo horror slow motion che è IBM sotto l’amministratore delegato Ginni Rometti ha continuato con i risultati finanziari trimestrali di questo mese.
La buona notizia è che i ricavi sono cresciuti per il secondo trimestre consecutivo dopo cinque anni di declino.
La cattiva notizia è che i ricavi sono cresciuti solo del 5%, a $ 19,1 miliardi, grazie a “venti contrari alla valuta“: il 10% di deprezzamento del dollaro USA ponderato rispetto allo scorso anno.
Secondo le stesse parole di IBM, le entrate erano “aggiustamenti flat per valuta”.
Diamo un’occhiata a come le altre società hanno fatto nello stesso trimestre.
Microsoft ha aumentato i ricavi del 16% a $ 26,8 miliardi e ha realizzato profitti del 35% a $ 7,4 miliardi.
Google (Alphabet) ha incrementato le entrate del 26% fino a $ 26,8 miliardi e il reddito operativo è cresciuto del 6,6% a $ 7 miliardi.
Amazon ha incrementato le entrate del 43% a $ 51 miliardi, mentre gli utili sono più che raddoppiati a $ 1,6 miliardi.
Facebook ha aumentato i ricavi del 50% a $ 11,8 miliardi e guadagna del 63% a $ 5 miliardi.
IBM era la società leader in America e una delle più potenti corporazioni al mondo. Le sue entrate annuali hanno raggiunto un picco di £ 107 miliardi nel 2011.
Ma è già stato superato da Amazon, Apple, Google e Microsoft, e ai tassi di crescita attuali, anche Facebook supererà IBM.
In effetti, Facebook ha guadagnato più soldi di IBM – $ 5 miliardi contro $ 2,3 miliardi – nell’ultimo trimestre.
Ormai abbiamo familiarità con la strategia di IBM di spostare le vendite da tradizionali aziende a basso margine a quelli che definisce “imperativi strategici”, come servizi cloud, intelligenza artificiale, sicurezza, blockchain e quantum computing.
Tuttavia, questa non è una divisione separata e IBM non espone i numeri.
Sosteneva che le entrate SI aumentavano del 15%, o del 10% a valuta costante.
Questo non è impressionante in un mercato in piena espansione.
Nella conference call sui risultati, Jim Kavanaugh, Chief Financial Officer di IBM, ha dichiarato: “Il nostro fatturato nel cloud è ora di $ 17,7 miliardi nell’ultimo anno, che è aumentato del 22%.”
Due punti. Innanzitutto, come ho sottolineato in precedenza, IBM conta una parte delle vendite di mainframe come “vendite di cloud” e le vendite di mainframe sono cresciute del 71% e del 54% negli ultimi due trimestri.
È improbabile che le cifre relative al cloud del prossimo anno ottengano un incremento simile dai mainframe e un ciclo implica un declino.
I ricavi di mainframe e storage di IBM sono piuttosto piccoli, al giorno d’oggi, ma quando la crescita è marginale, fanno la differenza.
In secondo luogo, Amazon e Microsoft sembrano godere di una crescita molto migliore nelle loro attività cloud, e mi aspetto che anche Google lo sia.
Amazon Web Services (AWS) ha aumentato i suoi ricavi trimestrali del 49% a $ 5,4 miliardi, il che è impressionante per un fornitore affermato.
Microsoft non mette tutte le sue attività nel cloud in un unico contenitore, il che rende difficili i confronti. Tuttavia, nel richiamo degli utili con gli analisti, il CEO Satya Nadella ha affermato che i ricavi di Azure sono cresciuti del 93% nel trimestre.
Amy Hood, CFO, ha aggiunto che “le entrate commerciali di Office 365 sono cresciute del 42% e del 40% in valuta costante”.
Dynamics 365 è cresciuta del 65 percento e LinkedIn del 37 percento. In entrambi i casi, Hood ha dichiarato che “i ricavi del cloud commerciale sono stati di $ 6 miliardi, con un aumento del 58% e del 55% in valuta costante”.
L’attuale tendenza nell’IT aziendale è il passaggio al cloud.
È una grande opportunità che non esisteva 10 anni fa e che non esisterà tra 10 anni.
Se i ricavi cloud di IBM stanno crescendo più lentamente del mercato, stanno perdendo molte attività a lungo termine.
Il mercato azionario ha inoltre preso in scarsa considerazione i risultati trimestrali di IBM e ha spinto il prezzo delle azioni da $ 160,91 al 17 aprile a $ 145,86 il 20 aprile, anche se da allora ha recuperato leggermente a $ 146,48.
Il massimo storico è stato di $ 209,36 a maggio 2013.
È ancora troppo presto per dire che IBM ha girato l’angolo, ma i clienti sperano che abbia toccato il fondo….

Ti é piaciuto questo Post?

Clicca sulle stelle per votarlo!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Ancora nessun voto. Vota tu per primo!

As you found this post useful...

Follow us on social media!

(Visitato 90 times, 1 visite oggi)

32 Commenti

  1. hello there and thank you for your info – I’ve certainly picked up anything new from right here. I did however expertise some technical points using this website, as I experienced to reload the site lots of times previous to I could get it to load properly. I had been wondering if your web host is OK? Not that I’m complaining, but slow loading instances times will sometimes affect your placement in google and can damage your high-quality score if advertising and marketing with Adwords. Anyway I’m adding this RSS to my email and could look out for a lot more of your respective fascinating content. Make sure you update this again very soon.|

  2. I do not know whether it’s just me or if everyone else experiencing issues with your blog. It looks like some of the written text on your posts are running off the screen. Can somebody else please comment and let me know if this is happening to them too? This might be a problem with my internet browser because I’ve had this happen previously. Cheers|

  3. Nice post. I learn something more challenging on different blogs everyday. It will always be stimulating to read content from other writers and practice a little something from their store. I’d prefer to use some with the content on my blog whether you don’t mind. Natually I’ll give you a link on your web blog. Thanks for sharing.

Lascia un commento

Connetti con