Questi telefoni minimalisti possono salvarci dalla nostra ossessione per lo smartphone?

0
(0)

FacebookTwitterLinkedInPinterest


… gli approcci includono uno smartphone più piccolo, un telefono minimalista dal design accattivante e applicazioni più sofisticate per i feature phone.

Jelly phone

Mentre i telefoni come l’iPhone 8 di Apple e il Galaxy S9 di Samsung sono disponibili in grandi “plus”, anche le loro versioni standard sono molto più grandi di alcuni dei loro predecessori.
Le dimensioni medie del telefono sono cresciute in modo da ridurre le vendite di tablet su un’estremità del loro spettro di dispositivi.
Dall’altro, i venditori vendono gli smartwatch in parte sulla promessa di accedere alle funzionalità dell’app senza dover trascinare la lastra.
Ovviamente, i flip phone che fanno poco più che gestire le chiamate vocali sono ancora disponibili; alcuni di questi sono stati ridotti alle dimensioni di una carta di credito.
Ma la tecnologia di ieri è spesso inadeguata per le esigenze odierne, anche se puoi facilmente permettersi qualsiasi telefono sul mercato.
Quindi, un certo numero di aziende ha introdotto telefoni che offrono diversi livelli di funzionalità oltre la chiamata, ma sono progettati per quando si vuole prendere una pausa dalla maggior parte di un’esperienza completa dello smartphone.
Arrivano alla questione dell’imposizione di smartphone sia fisici che psicologici da diverse angolazioni.
I produttori di smartphone a schermo grande hanno tutti i vantaggi che un maggior numero di immobili può portare alla navigazione sul Web, ai video, alle mappe e ai giochi.
Ma ci sono anche molte applicazioni per smartphone popolari come ascoltare musica, guardare le foto e navigare sui social media che non hanno bisogno di una simile estensione. Jelly Pro è un economico dispositivo Android 7 Nougat ($ 125) con schermo piccolo (2,45 pollici) che punta a qualcosa delle dimensioni di un telefono cellulare compatto, ma che può eseguire quasi tutte le app Android (se non tutte ugualmente bene) .
Jelly non è il primo dispositivo Android a mostrare uno schermo così modesto.
Nel 2012, ad esempio, Samsung ha rilasciato telefoni come il Galaxy Pocket con un display da 2,8 pollici.
Ma quei dispositivi, progettati per mercati al di fuori degli Stati Uniti, hanno visto il loro percorso di aggiornamento ufficiale finire prima di Lollipop.
Per quanto riguarda Jelly Pro, ti consigliamo di stare lontano da tutto ciò che richiede troppa immissione di testo.
E mentre le sue macchine fotografiche non possono competere con quelle delle ammiraglie, va bene per un selfie improvvisato con una luce decente.
Una volta superata la gobba del fatto che tu sia interessato a un secondo telefono invece di optare per un modello unico di dimensioni più ridotte, la domanda diventa se vuoi ridurre a un display le dimensioni di Jelly.
Se Jelly parte dallo smartphone moderno e si avvia verso il basso, Light inizia dalla premessa di un semplice cellulare – con una forma ancora più minimalista – e si fa strada.
Secondo il co-fondatore Kaiwei Tang, l’idea di Light è arrivata quando la società era in un programma di incubazione pieno di startup incentrate sull’app che dovevano attirare l’attenzione degli utenti.
Al contrario, il primo telefono Light effettuava solo chiamate ed era un dispositivo 2G.
Ha implementato l’inoltro delle chiamate per ridurre al minimo il problema di un numero separato.
Light sta iniziando a camminare sul filo del rasoio con il Light Phone 2, che è negli ultimi giorni di una campagna Indiegogo che ha raccolto oltre un milione di dollari.
Il wafer di carta elettronica 4G integra messaggi di testo e può includere anche alcune attività integrate come la chiamata di un servizio di auto.
Tang afferma che agenti vocali come Alexa sarebbero un ottimo modo per aggiungere funzionalità senza ingombrare un’interfaccia utente, ma ritiene che la tecnologia non sia ancora abbastanza matura per avviare un telefono basato su tale interfaccia.
I creatori del telefono Light sono impegnati a mantenere tali presenze pestianti come giochi e social media dal dispositivo, ma una presenza mobile di lunga data che è stata anche passata sopra è una fotocamera.
Ovviamente, mancare un display renderebbe più difficile inquadrare uno scatto perfetto, e c’è una valida argomentazione che catturare un momento rimuove l’uno dal goderselo del tutto.
Ma le fotocamere degli smartphone sono diventate un modo utilitario per catturare bit di informazioni utili ben oltre la creazione di memoria.
Forse si potrebbe portare con sé una macchina fotografica leggera (da una società separata chiamata Light).
Ci si può aspettare che compaiano più telefoni che si estendono lungo la linea tra feature phone e smartphone.
KaiOS è un’esperienza basata sull’app store per i feature phone. Mentre i suoi antenati tecnici derivano dallo sforzo abbandonato di creare un sistema operativo mobile basato su Firefox, il suo antenato spirituale è il sistema di app per telefono BREW con cui
Qualcomm ha goduto di una corsa forte se limitata a partire dal 2001.
Una delle più forti conferme del sistema operativo è venuta da una fonte sorprendente di Google, che ha reso Google Maps una delle prime applicazioni, anche se ha cercato di abbattere molte delle sue app di punta per la propria iniziativa Android Go a basso costo telefoni di costo.
Sebbene le app per smartphone abbiano oscurato di gran lunga le funzionalità di BREW, anche i feature phone si sono evoluti da allora e le app KaiOS sfruttano display più grandi, processori più potenti, Wi-Fi e LTE.
Un’area di interesse chiave per KaiOS sono le economie emergenti; la piattaforma è disponibile nell’ultimo telefono con funzionalità di banana Nokia 8110 annunciato al Mobile World Congress.
Tuttavia, possiamo aspettarci che si espanda oltre i primi telefoni statunitensi, che includono Alcatel GoFlip su AT & T.
Il marketing più risonante che Microsoft abbia mai creato per Windows Phone era uno spot che posizionava i dispositivi basati sui suoi sistemi operativi mobili come “un telefono per salvarci dai nostri telefoni”.
Sfortunatamente per Microsoft, i telefoni Windows non sono stati all’altezza di quella salvezza, anche se le distrazioni umoristiche mostrate nelle pubblicità risuonavano vere.
Tuttavia, poiché questi telefoni tentano lo stesso obiettivo, coloro che desiderano evitare di essere distratti dagli smartphone possono utilizzare una funzione integrata in ogni dispositivo: il pulsante di accensione.

Ti é piaciuto questo Post?

Clicca sulle stelle per votarlo!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Ancora nessun voto. Vota tu per primo!

As you found this post useful...

Follow us on social media!

(Visitato 216 times, 1 visite oggi)

8 Commenti

  1. An impressive share! I’ve just forwarded this onto
    a co-worker who was conducting a little homework on this. And he actually ordered me
    dinner simply because I stumbled upon it for him… lol. So allow me to reword this….
    Thanks for the meal!! But yeah, thanks for spending some time to talk about this topic here
    on your blog.

  2. Superb website you have here but I was wanting to know if you
    knew of any discussion boards that cover the same topics talked about in this article?
    I’d really like to be a part of group where I can get advice
    from other experienced people that share the same
    interest. If you have any suggestions, please let
    me know. Kudos!

Lascia un commento

Connetti con